Un nuovo defibrillatore donato al Comune grazie al Rotary Club Rho e ai commercianti rhodensi

Rho, 6 ottobre 2017

 

Giovedì 5 ottobre il Rotary Club di Rho, in collaborazione con alcuni commercianti, ha donato al Comune un defibrillatore comprato con il ricavato dell’iniziativa “Arte e Solidarietà” che si è tenuta a Rho il 17 e 18 giugno 2017 prima in via Martiri della Libertà e poi presso la sede dell’associazione culturale San Marco, dove la mostra è continuata fino a domenica 25 giugno.

Per l’iniziativa 40 artisti hanno interpretato “la scarpa” creando vere e proprie opere d’arte. L’evento culturale a scopo benefico è stato voluto da Enrico Confalonieri, titolare del negozio “PeperOne”, calzature donne in Rho, e organizzato dal gallerista Mario Palmieri con la collaborazione del Rotary Club Rho, il patrocinio del Comune di Rho e l’Associazione dei Commercianti.

La vendita delle scarpe è avvenuta tramite un’asta silenziosa a busta chiusa, dove i partecipanti hanno indicato il numero dell’opera scelta e l’importo dell’offerta con una base d’asta di euro 100,00 al rialzo. Ciascuna opera è stata aggiudicata al miglior offerente sotto il controllo del presidente del Rotary Club e il presidente dell’Associazione Commercianti, che ne hanno garantito lo svolgimento.

L’Assessore al Commercio e all’Arredo Urbano e Bellezza della Città, Sabina Tavecchia, commenta:

Oltre ai sentiti ringraziamenti per la generosità verso la nostra città, sottolineo  l’alto livello anche artistico dell’esposizione, che ho visitato con vero piacere. Una mostra “a cielo aperto”, secondo la tendenza che vede ormai le città più moderne cimentarsi in espressioni artistiche nello spazio pubblico come occasioni culturali e di socialità. L’auspicio è che tali eventi possano diventare contagiosi, un esempio di “best practice” per il rilancio anche del commercio della nostra città, davvero grazie.”

L’Assessore a Polizia Locale, Sicurezza e protezione civile, Maria Rita Vergani, afferma:

A nome dell’amministrazione comunale ringraziamo Enrico Confalonieri, il Rotary Club Rho, Mario Palmieri, gli artisti e l’associazione commercianti per questa originale iniziativa benefica. La città di Rho dimostra sempre la sua generosità e la sua capacità di rivolgersi al bene comune. Il defibrillatore donato sarà destinato alla protezione civile e va ad aumentare la nostra dotazione per dare un supporto concreto alla salute e alla sicurezza non solo delle società sportive, ma di tutti i cittadini.

Il defibrillatore donato va ad aggiungersi alla dotazione di 47 defibrillatori, che la prima Amministrazione Romano aveva già acquistato per fornire tutti gli impianti comunali di defibrillatori. Nel progetto era stata inclusa anche l’organizzazione di percorsi di formazione per la rianimazione cardio polmonare e defibrillazione precoce rivolti a più di 300 operatori delle società sportive. Oltre alla dotazione di 47 defibrillatori in 44 siti e impianti sportivi, si devono aggiungere anche gli 11 defibrillatori per dotare le strutture sportive di tutti gli oratori legati al progetto del Bilancio Partecipativo “Rho per il Cuore”.

Più precisamente sono stati dotati di defibrillatore tutte le palestre scolastiche, il Centro sportivo Molinello, ma anche il laghetto dei pescatori, il Molinello Play Village, l’Ufficio Sport, i campi da calcio, la pista di pattinaggio, il Parco comunale di corso Europa, il centro civico a Passirana e a Lucernate, l’auditorium in via Meda, il complesso di Villa Burba, il centro comunale di via Giusti, il Centrho, il centro diurno anziani in via Buon Gesu, il Quic, il comando della Polizia Locale, il Palazzo Comunale, la pista ciclistica. Il risultato di questo importante progetto è stato frutto della fattiva collaborazione della Consulta dello Sport.

 

Foto (da sinistra)

Giuseppe Augusto Chiarenza, presidente Rotary Club Rho

Enrico Confalonieri

Andrea Orlandi, Assessore Comune di Rho

Maria Rita Vergani, Assessore Comune di Rho

Andrea Agosti, Confcommercio Associazione Territoriale di Rho