Assegno di maternità

rho_assegno_matL'assegno di maternità è un assegno istituito dall'INPS e concesso dai Comuni , alle madri italiane, comunitarie e/o extracomunitarie in possesso di carta di soggiorno che non hanno diritto all'indennità di maternità a carico dell'INPS e/o di altri Enti Previdenziali.

Possono richiederlo anche le madri di bambini in affidamento preadottivo, o di bambini ricevuti in adozione senza affidamento; in casi particolari, tale richiesta può essere presentata anche dal padre.
 

Requisiti

Per richiedere l'assegno è necessario che la mamma sia :
  • cittadina italiana;
  • (oppure) cittadina di un paese comunitario;
  • (oppure) cittadina extracomunitaria in possesso di carta di soggiorno (5 anni) o di permesso di soggiorno ce (a tempo indeterminato). Non è sufficiente il permesso di soggiorno della validità di 2 anni;
  • residente nel Comune in cui la richiesta viene effettuata;
  • non abbia beneficiato, per lo stesso evento, di prestazioni previdenziali a carico dell'INPS e/o di altri Enti Previdenziali;
  • con un indicatore della situazione economica (ISE) definito di anno in anno dall'INPS, diversificato in relazione ai componenti del nucleo familiare e ad altri parametri. Per l'anno 2015 l'indicatore della situazione economica (ISE) non deve superare la soglia di € 35.257,84= con riferimento ai nuclei familiari costituiti da tre componenti. Per quelli piu' numerosi la soglia aumenta in proporzione.

Termine per la presentazione delle domande

 

La domanda deve essere presentata entro il sesto mese di vita del bambino.

 

Presentazione della domanda

 

Per ottenere l'assegno di maternità occorre presentare:
  1. La domanda;
  2. La Dichiarazione Sostitutiva Unica che serve ad elaborare l'ISE/ISEE;
  3. Per le donne extracomunitarie, la fotocopia del permesso di soggiorno ce (a tempo indeterminato ) o la carta di soggiorno .

Erogazione dell'assegno

 

L'assegno, dopo la verifica da parte del Comune di tutti i requisiti, viene concesso o negato con un provvedimento.

Ha un importo complessivo pari, per l'anno 2015 ad € 1.694,45=. Tale somma verrà direttamente erogata dall'INPS alla richiedente tramite accredito su Conto Corrente Bancario o Postale oppure su Libretto Postale indicando il numero IBAN.

La madre deve essere intestataria o cointestataria del Conto Corrente.

 

Normativa di riferimento

Legge n. 448 del 23 dicembre 1998
 
Dove rivolgersi
 
Quic Sportello del cittadino
via De Amicis 1, Rho
numero verde: 800 553 389
Orari di ricevimento:
lunedì, mercoledì, venerdì, sabato dalle ore 8.30 alle 13.00
martedì e giovedì dalle ore 8.30 alle 19.00
 
AllegatoDimensione
PDF icon domanda AM ANF.pdf97.66 KB