Estensione rete teleriscaldamento. Lavori in corso

Cantieri aperti da lunedì 12 giugno 2017, opere necessarie per consentire nuovi allacciamenti.  

Rho, 7 giugno 2017

Da lunedì 12 giugno, la società NuoveEnergie Teleriscaldamento Srl (NET), partecipata del Comune di Rho che si occupa del servizio di teleriscaldamento nei Comuni di Rho e Pero, effettuerà alcuni lavori di estensione della propria rete nel centro cittadino, per allacciare al teleriscaldamento alcuni condomini, il centro comunale di via Villafranca e le scuole Cannizzaro ed Olivetti-Puecher-Manzoni.

Questi lavori consentiranno di eliminare impianti di riscaldamento obsoleti per una potenza complessiva di circa 4400 kW, e conseguentemente di ridurre le emissioni di inquinanti nel centro cittadino per circa 700 tonnellate/anno di anidride solforosa (SO2), 600 tonnellate/anno di ossidi di azoto (NOx) e circa 100 tonnellate/anno di particolato fine (PM10).

La conversione al teleriscaldamento di questi impianti, unita al fatto che il vettore termico viene prodotto in cogenerazione presso il termovalorizzatore Silla 2, comporterà inoltre una riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera pari a circa 18 tonnellate/anno.

“Come avvenuto nei precedenti lavori di estensione del teleriscaldamento, – sottolinea l’Assessore all’Ecologia Ambiente e mobilità, Gianluigi Forloniè stato costituito un tavolo di lavoro Comune di Rho e NET per verificare l’andamento dei lavori e definire le modalità migliori per ridurre i disagi per la cittadinanza dovuti alla presenza dei cantieri. L'ampliamento della rete di teleriscaldamento è un obiettivo del nostro programma amministrativo, da perseguire per gli effetti benefici sull'ambiente, uno dei tasselli importanti per ridurre le emissioni climalteranti .”

L’estensione della rete del teleriscaldamento - conclude il Sindaco di Rho, Pietro Romano - permette di avere un rinnovamento negli impianti di riscaldamento e riduzioni significative di emissioni nocive a vantaggio dell’ambientale e di tutti cittadini. In campo ambientale, Rho sta facendo la sua parte, perché è importante iniziare da noi stessi, dalle nostre azioni quotidiane e dalle scelte in ambito locale.” 

Sono previsti quattro cantieri con esecuzione nel periodo estivo

  1. Cantiere via dei Ronchi. Da lunedì 12 giugno a venerdì 7 luglio, il tratto di via Dei Ronchi compreso tra via Terrazzano e via Cividale sarà interrotto al traffico. Sarà consentito l’accesso solo ai residenti.

Il traffico veicolare verso via Terrazzano sarà deviato su via Gorizia, mentre per procedere da via Terrazzano a via Palmanova si dovrà percorrere via Aquileia.

  1. Cantiere via Puccini/Villafranca. Da lunedì 28 agosto a venerdì 8 settembre, il tratto di via Puccini compreso tra via Meda e via Villafranca sarà interrotto al traffico. Sarà consentito l’accesso solo ai residenti. Il traffico veicolare da via Alessandria verso la stazione sarà deviato su via Villafranca, via Buon Gesù, via Meda.

Da lunedì 11 settembre a venerdì 22 settembre, il tratto di via Puccini compreso tra via Meda e via Villafranca sarà riaperto, mentre sarà interrotto al traffico il tratto di via Villafranca compreso tra via Alessandria e via Buon Gesù. Sarà consentito l’accesso solo ai residenti.

  1. Cantiere via Italia/Cannizzaro. Da via Italia a via Piero della Francesca da martedì 27 giugno a venerdì 11 agosto, si procederà alla parzializzazione della carreggiata lungo via Italia, nel tratto compreso tra via Meda e via Piero della Francesca, e via Piero della Francesca fino all’istituto Cannizzaro.
  2. Cantiere via de Amicis/via dei Martiri. Da lunedì 19 giugno a venerdì 15 settembre, si procederà alla parzializzazione della carreggiata lungo le seguenti strade: via Serra fino all’incrocio con via Martiri di Belfiore, via Martiri di Belfiore fino all’incrocio con via Martiri della Libertà e via Martiri della Libertà nel tratto iniziale. Sarà inoltre chiuso il parcheggio tra via Martiri di Belfiore e via Martiri della Libertà.

Il teleriscaldamento è la produzione centralizzata di calore e la sua distribuzione a distanza, che garantisce sicurezza, risparmio energetico e tutela ambientale.

Il calore, sotto forma di acqua surriscaldata, è distribuito tramite una rete di tubazioni preisolate (circuito primario) dalla centrale di produzione agli edifici da servire, per gli usi di riscaldamento, produzione di acqua calda igienico-sanitaria ed eventualmente per usi tecnologici.

La caldaia tradizionale alimentata da combustibili fossili è sostituita dalla sottocentrale d’utenza collegata a monte con la rete di teleriscaldamento e a valle con l’impianto di distribuzione dell’edificio (circuito secondario), che non necessita di modifiche.

La sottocentrale resta di proprietà di NET, sollevando quindi l’utente da ogni attività manutentiva sulla stessa.

 

Informazioni sul teleriscaldamento

NuovEnergie Teleriscaldamento srl

Viale A. De Gasperi 113 – 20017 Rho

Tel. 02 93909379

info@net-tlr.it

www.net-tlr.it