MIND: adottato il Piano sul futuro dell’area

La Giunta comunale approva l’atto ufficiale per la realizzazione di Milano Innovation District, il Parco della Scienza, del Sapere e dell'Innovazione

Rho, 10 ottobre 2019

Martedì 8 ottobre anche la Giunta comunale di Rho ha adottato il Piano Integrato d’Intervento (PII) per l’area MIND, che definisce la vocazione dell’area prima occupata da Expo 2015 come distretto dell’innovazione basato sulla sinergia tra pubblico e privato.

“E’ un momento storico per la nostra Città - dichiara il Sindaco di Rho Pietro Romano -.  E’ giunto a conclusione un lavoro iniziato nel 2011 quando, nell’approvare il progetto di EXPO, si sono già dettate le regole per la successiva riqualificazione dell’area. Nel luogo dove si è svolta l’Esposizione universale sorgerà MIND, il Parco della Scienza, del Sapere e dell'Innovazione, che vedrà nei prossimi anni non solo completato l’ospedale ICRSS Galeazzi, ma soprattutto il nuovo Campus Scientifico per l' Università Statale di Milano con il suo conseguente trasferimento e lo Human Technopole, che è già oggi realtà sia pure in fase iniziale. Accanto a questo ci sarà uno sviluppo a sud del decumano per l’insediamento di imprese, centri di ricerca, abitazioni per studenti. Nel complesso diventerà un luogo unico e non solo in Italia. Un luogo che ospiterà tra le 60 e le 70 mila persone ogni giorno. Questo progetto è stato possibile grazie alla sinergia tra investimenti pubblici e privati ed il risultato ci rende davvero orgogliosi. Da oggi dovremo continuare a lavorare per fare in modo che il progetto MIND oltrepassi i confini di quell’aria e si estenda a tutto il territorio, puntando sull’ospitalità degli studenti e ricercatori e sull’insediamento di imprese innovative che non troveranno spazio nell’area. MIND è in grado di far fare un salto di qualità a tutto campo alla città di Rho. Stiamo già definendo relazioni con MIND sotto molti punti di vista. Ad esempio il nuovo Teatro de Silva soddisferà l’offerta culturale dell’area MIND. Anche sul tema lavoro si stanno definendo accordi, affinché Lendlease si avvalga delle imprese e del personale del territorio”.

Dopo l' Expo, l' area a nord di Milano che per sei mesi nel 2015 ha ospitato 21 milioni di visitatori, 141 Paesi e circa 5000 eventi, ha continuato a mantenere la sua vocazione di luogo d' incontro con concerti, grandi eventi sportivi e spettacoli attorno all' Albero della Vita, simbolo di Expo2015.

Dal 2018 il sito di Arexpo, società proprietaria dell’area, è stato investito da un progetto di trasformazione dell' area in un parco scientifico e tecnologico. MIND è il progetto scelto per la conversione dell'ex area Expo in "un ecosistema dell' innovazione, un catalizzatore di opportunità per la crescita socio-economica del paese".

MIND sta per Milano Innovation District e diverrà un nuovo quartiere, una cerniera tra il centro della città di Milano, il Comune di Rho e le zone limitrofe. All' interno dell' area sorgerà, intorno al Decumano, uno dei parchi lineari più grandi d' Europa, l' istituto di ricerca Human Technopole, che ha sede a Palazzo Italia e in alcuni edifici circostanti, un lab-hub per l' innovazione sociale nel terzo settore con sede a Cascina Triulza, il nuovo polo ospedaliero ICRSS Galeazzi, il nuovo Campus Scientifico per l' Università Statale di Milano.