Monossido di carbonio, il killer silenzioso. I consigli dell’Ufficio Energia del Comune di Rho per prevenire le intossicazioni

Il monossido di carbonio è un gas inodore, incolore, insapore, non irritante e quasi impercettibile: un nemico subdolo che ogni anno nel periodo invernale causa intossicati e morti, come successo recentemente a Rho e Milano.

Ecco alcune indicazione dell'Ufficio Energia del Comune di Rho per conoscerlo e prevenire nuovi episodi.

CAUSE:

  • utilizzo di mezzi di riscaldamento inadeguati (es. bracieri) e mal funzionanti, vecchi o installati scorrettamente (caldaie murali e scaldaacqua a fiamma libera, stufe e caminetti)
  • processi di combustione in ambiente povero di ossigeno in ambienti chiusi come stanze di una abitazione, garage o cantine

SINTOMI.

  • lievi (cefalea, nausea, vomito, stanchezza)
  • gravi (confusione mentale, perdita di coscienza, sopore, coma, convulsioni, ma anche dolore toracico o cardiopalmo). Concentrazioni elevate o esposizioni molto prolungate possono essere letali

PRECAUZIONI

  • manutenzione regolare dell’impianto termico da parte di personale qualificato
  • controllare periodicamente i requisiti di sicurezza dei dispositivi, non modificarli autonomamente.
    - verificare la pervietà e il tiraggio dei camini.
    - non otturare le prese d’aria e garantire un adeguato apporto di ossigeno nei locali.
    - non utilizzare bracieri e barbecue e generatori di corrente in ambienti chiusi.

 

COSA FARE

 In caso di sospetta intossicazione

  • Allontanare l’eventuale intossicato all’ambiente contaminato e, se incosciente, posizionarlo sul fianco.
  • Aerare i locali.
  • Chiamare il numero di emergenza unico 112