Rho prima nel mondo ad avere l’Anfiteatro “ForPeople” disegnato dall’Architetto Mario Cucinella per Arcipelago Italia e realizzato da Macevi 1928

Dopo il Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2018, arriva al Parco Europa l’opera di alto design presentata durante Arcipelago Italia e realizzato da Macevi1928

 

Rho, 29 ottobre 2019

 

Rho è riuscita ad avere, prima nel mondo, l’Anfiteatro “ForPeople” disegnato dall’architetto Mario Cucinella e presentato nei giardini del Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2018 di Venezia. Arcipelago Italia proprio pochi giorni fa a Londra si è aggiudicato la medaglia d’oro ai WIN Awards 2019 (The World Interiors News Awards).

 

“ForPeople” è un progetto di alto design di arredo urbano, fortemente voluto dall’Assessore al Piano strategico, Arredo Urbano e bellezza della Città, Sabina Tavecchia, che sarà posizionato nel Parco Europa a fine ottobre.

 

L’opera nasce dalla contaminazione tra il concetto di anfiteatro - spazio centrale cinto da gradoni/sedute - e il profilo reinterpretato di una moderna chaise lounge. Si sviluppa attorno a un perimetro ellittico, generando uno spazio centrale erbato e – tramite la seduta continua - abbraccia letteralmente il fruitore e consente numerosi utilizzi: ci si può sedere, ci si può sdraiare, si può stare in piedi, si può camminare e si può assistere al tramonto lungo tutto il suo perimetro.

 

La data dell’inaugurazione ufficiale sarà fissata al più presto compatibilmente con le condizioni meteo: aggiornamenti sul sito www.comune.rho.mi.it

 

L’Assessore al Piano Strategico, arredo urbano e Bellezza della Città, Sabina Tavecchia, commenta:
“Ce l’abbiamo fatta! La città di Rho pronta ad ospitare MIND sul territorio del post Expo, non più progetto futuro ma già realtà, approvato il Piano Strategico in Consiglio Comunale lo scorso luglio, prosegue nelle strategie di sviluppo per rendersi sempre più attrattiva ed essere protagonista di questa grande opportunità, che si muove sul nostro territorio. Abbiamo lavorato per portare avanti politiche di arredo urbano e bellezza della città ed eccoci a una conquista davvero di elevatissimo livello. Assidua frequentatrice delle Biennali di Venezia, evento di rilevanza mondiale, durante la visita dell’ultimo Padiglione Italia 2018 ho visto questo anfiteatro! Pieno di studenti, visitatori in sosta, e me lo sono immaginata a Rho rivolto verso il sole. L’Impresa non è stata facile ed è stata possibile grazie alla concertazione di tutte le parti, tra cui l’Ufficio Arredo Urbano: si è riusciti così a mettere a segno tutto quanto serviva, affinché Rho fosse la prima città nel mondo ad avere questa opera in anteprima.
La ditta Macevi 1928, produttrice dell’anfiteatro, ha colto il valore della proposta del Comune di Rho rendendosi partner di questo ambizioso progetto. La scelta della sua ubicazione nel nostro prestigioso Parco Europa, realizzato a sua volta dall’architetto Andreas Kipar grazie a Fondazione Fiera Milano, Arexpo e la ditta Peverelli, non poteva che dare valore esponenziale all’installazione suscitando entusiasmo sia nello stesso Cucinella che in Kipar, progettista di premiati edifici a Milano fino alle porte di Rho il primo, sviluppatore del progetto paesaggistico per l’area ex- EXPO – MIND il secondo. Questo binomio va ad arricchire l’importante patrimonio di architettura moderna e contemporanea che vanta la nostra città.
Sarà una postazione privilegiata per vedere il tramonto, un sunset circus, dove i giovani, le famiglie e i frequentatori del parco potranno incontrarsi. Questo va verso la concezione di vivere lo spazio pubblico trovando luoghi e modalità di comfort e suggestione, che risponde agli intenti del parco stesso vicino alla Biblioteca di Villa Burba. Un grazie sentito va alla stessa ditta Macevi 1928, che si è accollata il grosso delle spese e all’Ufficio Arredo Urbano che ancora una volta ha dimostrato le sue alte capacità tecniche, organizzative e progettuali.
Ringraziamo anche il chiosco di Parco Europa, che parteciperà al taglio del nastro con un suo contributo diretto. E’ davvero una grandissima soddisfazione avere raggiunto questo risultato. Ma questo è solo l’inizio: sono in arrivo altri elementi di grandissimo design che andranno ad incrementare l’attrattività della nostra città e che non lasceranno certo indifferenti”.

 

“ForPeople nasce nella splendida cornice dell’Arsenale di Venezia, all’interno del Giardino delle Vergini. – racconta l’architetto e designer Mario Cucinella - Abbiamo voluto ricreare quella dimensione spaziale e sociale tipica delle piazze dei piccoli centri del nostro paese. La realizzazione di questo oggetto è stata possibile grazie alla preziosa collaborazione con virtuose realtà come quella di Macevi 1928. Oggi la seduta è diventata un oggetto che fa parte della collezione di Mario Cucinella Design e che, dando seguito al racconto di Arcipelago Italia, può essere inserita in qualsiasi piazza o parco per esportare i valori del modello italiano. L’installazione di ForPeople all’interno del Parco Europa di Rho è sicuramente un primo inizio.”

 

Conclude l’architetto Andreas Kipar: “Oggi il comune di Rho può festeggiare una grande giornata non solo per il Parco Europa, ma anche per l’intero territorio, che si attrezza sempre di più, in vista di un connettivo futuro verso l’ex sito dell’Expo, oggi chiamato MIND. Si compie oggi un disegno realizzato 5 anni fa attraverso la partecipazione dei cittadini: un esempio unico di un parco aperto, multifunzionale e multigenerazionale. Un parco a basso impatto manutentivo ed alto impatto sociale. Con l’arrivo dell’ Anfiteatro si completa un disegno paesaggistico a cura di LAND Italia, capace di coinvolgere l’immaterialità del paesaggio urbano circostante.
Una nuova opera dell’ Arch. Mario Cucinella, già battezzata alla biennale di Venezia, che integra la bellezza con la funzionalità di una straordinaria architettura dello spazio”.

La genesi - Arcipelago Italia, Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2018

L’anfiteatro “ForPeople” nasce contestualmente come progetto curatoriale proposto per il Padiglione Italia alla 16^ Mostra Internazionale di Architettura de La Biennale di Venezia, da titolo “Arcipelago Italia, Progetti per il futuro dei territori interni del Paese”. Una proposta che ha deviato l’attenzione dell’architettura dalle grandi metropoli a quello spazio fisico del nostro Paese, dove, anche nelle epoche più remote, le comunità si sono storicamente espresse in un diverso rapporto tra dimensione urbana e territorio. Territori spazialmente e temporalmente lontani dalle grandi aree urbane, ma detentori di un patrimonio culturale inestimabile, con peculiarità che pongono l’Italia in discontinuità rispetto all’armatura urbana europea, permettendo di identificarla come uno «spazio urbano nel Mediterraneo». L’eterogenea identità culturale di questi territori, riflessa nella diversificazione del loro paesaggio, unita ad una vasta estensione territoriale e alla lontananza dai servizi essenziali, ci ha spinto a considerarne il rilancio come un tema strategico per l’intero Paese. Abbiamo così cercato di indagare come l’architettura contemporanea potesse giocare un ruolo centrale nel definirne il rilancio. Lo stesso Progetto di allestimento del Padiglione ha voluto essere espressione di contenuti veicolati, cercando di riproporre all’interno dell’Arsenale quella dimensione spaziale e sociale che l’indagine ha voluto portare in luce. In questo spirito nasce anche la seduta ForPeople, che per i sei mesi della mostra è diventato un frammento di “Free Space” all’interno della splendida cornice del “Giardino delle Vergini"

 

Mario Cucinella, Hon FAIA, Int. Fellow RIBA
Mario Cucinella è il fondatore di Mario Cucinella Architects. Con oltre 20 anni di pratica professionale, MC A ha sviluppato una grande esperienza nella progettazione architettonica, con particolare attenzione ai temi della sostenibilità e dell’impatto ambientale degli edifici.
Nel 2015 costituisce a Bologna S.O.S. - School of Sustainability, una scuola volta alla formazione di nuove figure professionali nel campo della sostenibilità.
Nel 2016 il Royal Institute of British Architects (RIBA) gli conferisce la nomina di International Fellowship 2016. Nel 2017 l’American Institute of Architects (AIA) conferisce a Mario Cucinella il prestigioso Honorary Fellowship Award.
E’ stato curatore del Padiglione Italiano alla Biennale di Venezia del 2018, dove ha avuto modo di sviluppare dei pezzi di design come i grandi tavoli dell’Arcipelago, lo sgabello “Etrurio” di Riva1920 e la grande seduta ad anfiteatro “For People” di MACEVI 1928
Nel 2017 inizia l’attività di designer lavorando con aziende italiane di eccellenza e nel 2019 presenta la collezione di design Building Object ispirata ai suoi progetti di architettura.

 

Macevi 1928
Il know-how e la cultura di settore dei fratelli Visentin, Stephen Henry e Gino, si fondono con la prolifera e dinamica attività imprenditoriale di Marco Morena nell’azienda Macevi1928. Il nome racconta il forte legame con il passato che ricorda ai committenti i 90 anni di produzione della famiglia Visentin. L’innovazione percorre la strada delle collaborazioni con architetti, ingegneri, designer ed artisti di fama e idee internazionali. Nella nuova sede di Macevi, in un'area di 34.500mq, coniugando esperienza e innovazione, si realizzano elementi per arredo urbano e prodotti su misura. I metalli, in tutte le loro declinazioni, e lo Special Concrete Macevi, ottenuto da una formula perfezionata da Gino Visentin, sono i principali materiali utilizzati per la lavorazione finalizzata ad uno stile elegante, contemporaneo ed innovativo.

 

LAND
LAND è uno studio internazionale di architettura del paesaggio con sedi in Germania, Italia e Svizzera. Dal 1990, sotto la direzione creativa del fondatore Andreas Kipar, paesaggisti, architetti e urbanisti sviluppano progetti dal masterplan alla progettazione degli spazi aperti. Paesaggi urbani rigenerati, parchi e waterscapes, sistemi infrastrutturali e spazi residenziali, per retail e aziende rientrano in strategie di sviluppo per intere regioni, città e luoghi. Partendo dalle vocazioni di ogni luogo e spazio, la nostra architettura del paesaggio accoglie le sfide attuali nell’ambito delle esigenze culturali ed ambientali che la società richiede. Nel 2002 LAND si è aggiudicato il famoso European Landscape Construction Award (ECLA) con la Fiera di Rimini. Tra gli altri riconoscimenti ricevuti vi sono la Medaglia d’Oro per L’Architettura Italiana nel 2012, nel 2015 il premio internazionale PLEA Award – Passive and Low Energy Architecture, il Russian Award in Landscape Architecture e il WAN AWARDS - Future projects 2016 con International Financial Center di Mosca e nel 2018 il MIPIM Award Best Urban Regeneration Project per Porta Nuova.
Tra i principali progetti a Milano vi sono i Raggi Verdi, Porta Nuova e lo sviluppo per l’area di EXPO - MIND; a Roma Arcipelago Verde; a Venezia la Green Tree Strategy e l’Expo Gate; a Essen il Krupp Park con Headquarter ThyssenKrupp e la Freiheit Emscher; a Francoforte die Welle e gli Headquarters della Deutsche Bank; in Svizzera la riqualificazione del paesaggio fortemente infrastrutturato ad Airolo, a Mosca la Smart City a Rublyovo-Arkhangelskoye e negli EAU l’Expo 2020 Dubai. Per ulteriori informazioni: landsrl.com