Rho tra i 5 comuni italiani premiati al “Cresco Award- Città sostenibili” per il Bilancio partecipativo junior

Per il secondo anno consecutivo il Comune riceve il premio promosso da Fondazione Sodalitas, in collaborazione con Anci, per promuovere iniziative efficaci nello sviluppo sostenibile dei territori
 

Rho, 21 novembre 2019

Grazie al progetto di bilancio partecipativo “Dirò la mia a scuola”, Rho è tra i Comuni vincitori della quarta edizione del Cresco Award - Città sostenibili, il Premio promosso da Fondazione Sodalitas, in collaborazione con ANCI, per valorizzare le iniziative dei Comuni italiani più efficaci nel promuovere lo sviluppo sostenibile dei territori. Premiati anche i comuni di Bassiano, Mantova, Rimini e Milano. Assegnati inoltre i riconoscimenti delle 16 aziende partner dell’iniziativa, impegnate sul fronte della sostenibilità, ad altrettanti enti locali.

I premi, assegnati da una Giuria indipendente presieduta dal Rettore del Politecnico di Milano Ferruccio Resta, sono stati consegnati ieri nel corso di un incontro tenutosi nell’ambito della 36^ Assemblea Annuale dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) ad Arezzo.

Il Comune di Rho, già premiato nel 2018, ha vinto quest’anno il premio per il migliore progetto realizzato in partnership, “Dirò la mia a scuola!”: un investimento di 100mila euro nella riqualificazione di spazi cittadini, su progetti ideati dai ragazzi delle scuole elementari e medie. Nel contesto del bilancio partecipativo, i ragazzi hanno ideato e votato tre progetti per la città: la riqualificazione di alcune fermate del trasporto pubblico, con panchine “intelligenti” e collegamento wi-fi, la riqualificazione di un parco pubblico e il rifacimento del gattile comunale.

“L'obiettivo del bilancio partecipativo, che abbiamo già proposto quattro volte - spiega il vicesindaco Andrea Orlandi - è coinvolgere il cittadino facendolo giocare in prima linea, con la proposta di iniziative per le quali il Comune fa solo da arbitro e da finanziatore. L’edizione junior coinvolge gli studenti delle scuole, così che  imparino come si realizza un progetto e come funziona la macchina pubblica. Un ringraziamento all’assessore Valentina Giro e alle scuole, che hanno partecipato attivamente al progetto».

“Rendere i territori sostenibili e in grado di offrire una migliore qualità della vita alle persone che li abitano è un obiettivo chiave di sviluppo che sollecita l’impegno di istituzioni, imprese e società civile, come indicato dalle Nazioni Unite nell’Agenda 2030 – ha dichiarato Alessandro Beda, Consigliere Delegato di Fondazione Sodalitas –. Anche questa edizione di Cresco Award conferma che il territorio e la comunità sono fattori cruciali per realizzare nei fatti un modello di sviluppo che sia davvero sostenibile. Inoltre, la partnership tra Comuni e imprese si dimostra strategica per sviluppare progetti complessi e dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini”.

Il grande impegno dei Comuni è testimoniato dagli oltre 500 progetti candidati nelle prime quattro edizioni del Cresco Award. Progetti presentati per il 25% da piccoli comuni (max 10.000 abitanti), che provengono per il maggior numero da Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Sardegna e Piemonte e che riguardano soprattutto alcune tematiche, collegate agli SDGs dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, quali la protezione e valorizzazione del territorio e dei beni comuni, la mobilità sostenibile, la gestione dei rifiuti, l’educazione a stili di vita sostenibili e il supporto a categorie deboli e svantaggiate.

Cresco Award – Città sostenibili è realizzato con il supporto di Fondazione Italiana Accenture e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Commissione Europea.