Servizio Assistenza Domiciliare per anziani

Si tratta di un servizio  assistenziale a domicilio che soddisfa i bisogni primari degli anziani residenti a Rho.

Il Servizio di Assistenza Domiciliare è rivolto ad anziani residenti nel Comune di Rho che necessitano di un aiuto al proprio domicilio per consentire il soddisfacimento dei bisogni primari della vita, integrandosi con l'attività assistenziale svolta dalla rete familiare o da altro personale preposto.

Le prestazioni garantite dal servizio sono:

igiene personale, igiene ambientale, acquisto di generi alimentari e disbrigo di pratiche varie.

Rispetto alla preparazione del pasto, si rimanda alla possibilità di usufruire del pasto a domicilio.

Tutte le prestazioni sono garantite nel rispetto delle autonomie dell'utente e sono tutte caratterizzate da una dimensione relazionale con l'operatrice che diventa, per la persona anziana, un punto di riferimento positivo.

L'Assistente Sociale è responsabile della definizione del Progetto Assistenziale Individualizzato per ogni anziano in carico (PAI), del monitoraggio della situazione, del rapporto con la rete parentale in collaborazione con le figure professionali coinvolte.

Il servizio è tariffato in base all'ISEE.

Chi può fare richiesta

Possono richiedere il servizio tutti i cittadini parzialmente o non autosufficienti, residenti nel Comune, che abbiano compiuto i 65 anni d'età.

Dove rivolgersi

La persona anziana, il familiare o chiunque si trovi nella condizione di voler segnalare un anziano che necessita d'assistenza può richiedere un appuntamento con l'assistente sociale dell'Unità Operativa Anziani, rivolgendosi allo

Sportello Sociale presso il QUIC di via De Amicis, 1
nei seguenti orari:
lunedì, mercoledì, venerdì dalle 8.30 alle 13.00
martedì, giovedì dalle 8.30 alle 18.30
sabato dalle 8.30 alle 12.30
n. verde 800.55.33.89
nel periodo di agosto l'orario può subire delle riduzioni.
Documenti da presentare

Al momento del colloquio con l'assistente sociale, è richiesta la documentazione sanitaria dell'anziano, la situazione reddituale e l'eventuale verbale d'invalidità.

Tempi di risposta

Il colloquio di segretariato sociale viene fissato secondo la disponibilità dell'assistente sociale direttamente dallo Sportello Sociale nelle giornate di ricevimento. Se l'esito del colloquio è positivo l'assistente sociale fornisce il modulo di domanda da protocollare al QUIC.
Le domande pervenute e ritenute idonee, secondo la valutazione e la verifica effettuata dall'assistente sociale, saranno accolte fino ad esaurimento delle ore a disposizione del servizio.
In caso d'impossibilità ad evadere immediatamente la richiesta, la stessa sarà inserita nella lista d'attesa.

Quando inoltrare la richiesta

Il colloquio con l'assistente sociale può essere richiesto in qualsiasi momento dell'anno.
Durante il colloquio saranno analizzate le condizioni che motivano la richiesta del servizio quali, la condizione di salute e l'autonomia dell'anziano, le condizioni abitative, la presenza della rete familiare, le condizioni reddituali dell'anziano, la presenza di altre figure professionali coinvolte a diverso titolo nella cura dell'anziano.
 

AllegatoDimensione
PDF icon Tariffe SAD con minimo vitale 2019.pdf73.46 KB